Pecorino di Rocca stagionato in fosse arenarie

Si produce un ottimo pecorino, e lo si fa stagionare almeno novanta giorni. Poi lo si avvolge in sacchi di tela di cotone e lo si cala dentro le fosse di Talamello, antiche fosse arenarie dove l'infossatura avviene solo una volta l'anno (tradizionalmente ad agosto), dopo un'attenta preparazione e pulitura. La fossa viene sigillata con tavole e gesso, così da creare un ambiente anaerobico e dopo tre mesi, il formaggio viene tolto dalla fossa: un veterinario preleva campioni per esaminare la salubrità del prodotto, che tutti i presenti si preparano a degustare. È una festa in onore di un grande, grandissimo formaggio, le cui modalità di preparazione e stagionatura risalgono al Medioevo. Il formaggio, di circa kg 1 di peso, ha forma irregolare dovuta alla stagionatura in fossa, e viene venduto sotto vuoto: per essere degustato al suo meglio deve essere tolto dal sottovuoto almeno 24 ore prima di essere mangiato. La crosta si presenta di colore bianco, la pasta ha un colore che va dal paglierino al nocciola Non è semplice descrivere il sapore del Pecorino stagionato in fosse arenarie: è un formaggio da veri intenditori, lo si definisce spesso un formaggio da meditazione, in cui ogni boccone va masticato lentamente e degustato con attenzione perché possa rivelare il suo sapore e la sua storia. Sapore e storia forti, decisi, che raccontano la fossa con un aroma quasi di fungo e cantina, ma anche dolci, inebrianti, un sapore che è prosa e poesia.

NO OGM

PEZZATURA

Forme da kg 1,000 circa l'una.

IMBALLO

Cartone da 3 pezzi.

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE

A forma intera in luogo fresco e asciutto. Il formaggio tagliato in frigorifero o in luogo fresco e asciutto avvolto in carta di mais o in un panno di lino.

DISPONIBILITÀ

Tutto l'anno


Pecorino di Rocca stagionato in fosse arenarie Pecorino di Rocca stagionato in fosse arenarie